LA LOMBALGIA: Dott.Ivano Boscolo Fisioterapista Osteopata

· · · · · · | Fisioterapia

 

LA LOMBALGIA: Dott.Ivano Boscolo Fisioterapista Osteopata

La Lombalgia  più comunemente chiamata “mal di schiena”, è una esperienza che quasi tutti, in diversa misura, hanno sperimentato almeno una volta nella vita: uomini o donne, giovani o anziani, pochi si salvano.

Oltre al dolore, le persone colpite da lombalgia si ritrovano spesso incapaci di comprendere ciò che sta accadendo in loro.

La perdita transitoria di autonomia genera ansia e i pareri del medico di base, dell’ortopedico o del fisioterapista, anziché fornire una risposta soddisfacente al paziente, spesso finiscono per alimentare ulteriori dubbi.

Fra tutti gli operatori che si occupano dei problemi alla schiena non esiste un’interpretazione univoca del fenomeno.

Di fatti, capita spesso di sottoporsi a diverse valutazioni specialistiche e ottenere altrettante risposte, a volte addirittura discordanti.

Ciò accade perché esistono molti tipi di lombalgia e le cause del mal di schiena possono essere molteplici nello stesso momento.

La tanto famigerata risonanza magnetica non è uno strumento realmente determinante per rintracciare l’origine del mal di schiena.

Non è raro incontrare casi di RM negativa che, però, manifestano dolore persistente.

Ti senti dire: “Si, sulla risonanza c’è qualcosina, ma nulla di importante”, e viene spontaneo obiettare: “E allora tutto sto dolore come si spiega? Sono forse matto?!? ”.

A voler fare un paragone, potremmo dire che la lombalgia è come la febbre..

L’alterazione della temperatura è un sintomo che, se considerato da solo, non si giustifica e non indica alcuna causa precisa.

Per “spiegare” la febbre dobbiamo necessariamente associarla ad altri sintomi, poiché si tratta di una manifestazione comune di molti disturbi,.

Un esempio  può essere la conseguenza di un colpo di sole, un’infezione, un trauma o un’influenza., allo stesso modo, per comprendere le cause di una lombalgia dobbiamo per forza collegarla ad altre disfunzioni.

Queste possono rivelarsi essere il ciclo mestruale per casi di lombalgia bassa; alcuni problemi renali per i sintomi di lombalgia alta; oppure dei disturbi ai legamenti nell’eventualità di lombalgia mattutina.

Ovviamente, il mal di schiena può scaturire anche da cause più “classiche”, quali ernie, disc bulging e disciti.

Girovagando su internet, leggendo Wikipedia o i vari manuali specializzati si trovano delle bellissime descrizioni della lombalgia, che, tuttavia, non sono in grado di fornire un’informazione completa perché non parlano dei suoi collegamenti con altri sintomi.

Fare questo tipo di “agganci” è il lavoro e il patrimonio di conoscenza di un operatore esperto, dopo molti insuccessi e frustrazioni, la tenacia di un terapeuta gli permette di accumulare l’esperienza adeguata per poter interpretare al meglio i vari sintomi dei suoi pazienti.

“Non esistono terapie standard per tutte le lombalgie, poiché non esistono uguali lombalgie.”

Mobilizzazioni passive, massaggio, manipolazioni o qualsiasi altra tecnica, sono solo strumenti di terapia per gli operatori, che possono utilizzarli nei diversi casi di lombalgia e durante i vari stadi di una stessa lombalgia.

l’effetto che queste cure hanno sul paziente dipenderà sempre dall’impiego che ne farà il terapeuta, a sua volta legato all’esperienza accumulata negli anni.

Il Dott. Ivano Boscolofa parte del Team Clodia Medica , riceve su appuntamento presso il  Poliambulatorio telefonado per prenotazioni allo 0415544341.
seguici su facebook

No Comments

Comments are closed.